unasperanzaperfrancescopio

Vai ai contenuti

Menu principale:

   


LA NOSTRA STORIA

--------------------------------------------


AIUTIAMO FRANCESCO PIO

REALIZZARE IL SUO  SOGNO


 

Francesco Pio Insogna di Taranto è un bambino nato prematuramente il 21/07/2005
La sua nascita prematura gli ha causato delle brutte conseguenze, tra cui lo STRESS RESPIRATORIO con una diagnosi finale di "TETRAPARESI SPASTICA" che ha riversato sul suo corpicino danni motori colpendo principalmente gli arti inferiori.
Le conseguenze e la gravità della sua malattia, hanno anche danneggiato il nervo ottico diagnosticato come "NERVO OTTICO PALIDO".
I suoi genitori Insogna Gaetano e mamma Barbara si sono costituiti come presidenti di un comitato dal nome (Una Speranza per Francesco Pio)

 
Dalla sua  nascita nel 2005  Francesco è stato operato in varie parti del mondo, in più nel 2011 affrontò il viaggio della speranza a cuba Ciren (centro Internazionale restaurazione neurologica) con esattezza a Cuba.
 
Il piccolo Francesco è stato sotto cura a Los Angeles, In Francia,  Thailandia in Slovacchia, a Piestany alla sede  Adeli Medical Center.
 
Ed un paio di volta al mese il piccolo Francesco si reca a Roma ed in tutte le città italiane  per delle visite di routine.
 
Il tutto senza essere sovvenzionati da nessun ente pubblico come prevede la normativa di legge ( se in Italia non ci sono le cure adeguate per poter affrontare la patologia del piccolo Francesco, è di obbligo essere sovvenzionati al centro in cui si si reca) il tutto deve essere documentato accertando i miglioramenti che il piccolo beneficia dalle cure.
 
Dai medici dell'ASL di appartenenza, devono essere accertati i  miglioramenti che il piccolo ha ricevuto tramite queste cure,
 
ma la famiglia non solo ha i certificati dell'ASL di appartenenza, ma anche da medici in strutture private, che indicano il 30% del miglioramento ricevuto.
 
Il piccolo Francesco alla nascita soffriva di  tetraparesi spastica, ora la sua diagnosi dicendolo con orgoglio è BIBLEGIA,
 
tutto ciò gli organi competenti sanno che può avvenire solo con delle prestazioni di cure continuative effettuate all'estero da parte dei genitori
 
Ma la sorpresa maggiore deriva dal certificato di controllo effettuato dove il piccino quotidianamente frequenta il centro di Terapia "IL MEDEA DI OSTUNI PROV: BRINDISI" in cui la dottoressa responsabile dopo il rientro delle cure del piccolo,
 
senza sapere l'intento dei certificati dichiarò, dei grossi benefici avuti facendo le cure (senza dichiarare in quale centro all'estero),
 
questo certificato era quel documento sufficiente a poter richiedere i sovvenzionamenti per le altre cure all'estero,
 
ma tutto ciò non è stato accettato dalla nostra sanità regionale, (meglio dire: dai nostri politici, che in questo momento ci governano alla regione)
 
dando tante promesse senza nessun risultato. (Ringraziando di vero cuore un grande medico che ha avuto la il coraggio di dichiarare solo ed esclusivamente la verità prima e dopo le cure di Francesco dichiarando i miglioramenti del 30% della sua problematica, senza interessarsi di qualsiasi inconvenienza o disagio che questa Italia potrebbe recare, questo medico é un medico Tarantino di nome Dott. Bellacicco di appartenenza ASL Taranto.
 
 
Finora tutto quello che stato fatto è solo esclusivamente con le forza economiche della famiglia Insogna Gaetano e la mamma Forte Barbara,
 
che combattono quotidianamente contro questa istituzione senza mai aver avuto il minimo di dignità nei confronti non solo del nostro bambino ma di tutte le persone che hanno necessità e bisogno.
 
La più grande vergogna "riferisce il papà Gaetano " è avere una problematica di salute qui in Italia, significa essere abbandonati da qualsiasi tipo di istituzione. Davanti le TV le varie figure politiche nutrono interesse nella nostra problematica e dichiarando di aver la massima ragione(lasciandoti un numero telefonico da poter chiamare e risolvere la problematica),
 
ma quel numero già il giorno dopo chiamando risulta inesistente, tutto ciò posso documentarlo e presentarlo in qualsiasi tribunale o media.


CHIEDIAMO AIUTO AD UN'ANGELO PER POTER VEDERE REALIZZARE IL SOGNO DI FRANCESCO PIO INSOGNA CON I SUOI FRATELLINI.



L'università di bari per gli studi scentifici dopo aver visionato la relazione in commissione approva ed indica il CIREN l'unico centro al mondo in cui potrebbe dare i miglioramenti previsti per la sua patologia!!

Il professore che dichiarò il tutto all'epoca era il Sig Paolo Rivrea dell'università di Bari , persona fantastica e corretta.




GRAZIE DAL PAPA' INSOGNA GAETANO, LA MAMMA BARBARA ED I SUO FRATELLI BENITO E FILOMENA

 
 
ed oggi ultima arrivata INSOGNA MARIA bimba nata solo ed esclusivamente per poter aiutare il suo fratellino donando il suo cordone ombelicale (cellule staminali)
 
La piccola oggi 03/10/2016 ha 2 anni e ne siamo orgogliosi dell'affetto e la sua disponibilità già da cosi bambina che dona al suo fratellino Francesco

GRAZIE DAL PAPA' INSOGNA GAETANO, LA MAMMA BARBARA ED I SUO FRATELLI BENITO E FILOMENA


Per sapere maggiori informazioni del CIREN può contattare il dott. YUAN ROCA SIERRA Rappresentante per l'Italia ed Europa presso la sua sede legale a Milano..
Il prof. Polizzi Rosario Antonio professore nella facoltà di medicina di Bari ha avuto diretta esperienza con il CIREN DI CUBA avendo dei buoni se non ottimi risultati con il trattamento riabilitativo della stessa patologia di cui soffre mio figlio Francesco Pio.
Il Prof. Polizzi Rosario Antonio è a disposizione di chiunque voglia approfondire il problema, contattandolo presso l'universita' di Bari
------------------------------------------

 

SI CHIEDE IL PAPà DEL PICCOLO FRANCESCO "C'è QUALCUNO CHE PUO LEGGERE QUESTO ED AIUTARCI AD AVERE UN'ASSISTENZA MIGLIORE
NON DICO UGUALE A QUELLO CHE SI è REALIZZATO A CUBA PER POTER MIGLIORARE IL MIO PICCOLO ANGELO?"



 
SI CHIEDE COME PREVEDE LA NORMATIVA DILEGGE ITALIANA ESISTENTE (MA NON MESSA IN OPERA DAI NOSTRI POLITICI ADDETTI ALLA SANITA' REGIONALE) LE CURE CHE NON SI POSSONO RICEVERE IN ITALIA DOCUMENTATE,
 
SI POSSONO SVOLGERE ALL'ESTERO SOVVENZIONATI DALLA NOSTRA SANITA', MA TUTTO CIO NON è MAI AVVENUTO
 
SE QUALCUNO VUOLE DARCI UNA MANO A POTER FAR CAPIRE QUALE STRADA BISOGNA FARE PER POTER AVERE QUESTO DIRITTO MI CONTATTI AL NUMERO 3382312345 INSOGNA GAETANO
 
IL PAPA' DI UN BAMBINO (NON COME DICONO GLI ALTRI DISABILE) DI UN BAMBINO SPECIALE CON TANTA VOLGIA DI VITA E UNA FORZA DI VOLONTA DI ANDARE AVANTI IN UN ITALIA CHE NON CI PERMETTE DI REALIZZARE I NOSTRI SOGNI.

Le testate giornalistiche che ci appoggiano






CONTATTO TELEFONICO

338/2312345


Contattaci via email

aiutiamofrancescopio@libero.it


 
Torna ai contenuti | Torna al menu